Pasqua dell’Atleta 2016

BUSTO ARSIZIO - Si è svolta sabato 19 marzo, la “Pasqua dell’Atleta”, cerimonia organizzata annualmente dall’Associazione delle Società Sportive Bustesi con lo scopo di premiare sportivi ed ex-sportivi che hanno portato lustro alla città.

Il “Trofeo dello Sport”, riconoscimento più ambito e prestigioso, quest’anno è andato al ginnasta Ludovico Edalli, campione italiano assoluto e già medagliato ai giochi olimpici giovanili, nato e cresciuto alla Ginnastica Pro Patria Bustese.

Raccolti nella basilica di San Giovanni, gli esponenti dell’Assb e delle società premiate hanno dapprima celebrato una messa, che per l’occasione è stata officiata da monsignor Severino Pagani.

Terminata la funzione, è stato Massimo Tosi, neo presidente dell’Assb, ad introdurre l’evento. “Da tanto tempo celebriamo le eccellenze bustocche: quei piccoli o grandi campioni che rendono grande la nostra città”.

Si è dunque passati alle numerose premiazioni, suddivise in più categorie.

Sono stati assegnati riconoscimenti di merito a due società storiche dello sport bustocco, la Pro Patria Judo e l’Ardor Calcio, rispettivamente giunte a 50 e 60 anni dalla fondazione.bSubito dopo i premi per dirigenti sportivi ed allenatori, che hanno visto brillare Alfio Crespi del Moto Club Bustese, Sergio D’Agnano quale arbitro nazionale di pugilato e Nicola Giordano, al Cas Sacconago da 40 anni.bSono poi stati insigniti del premio due grandi dirigenti scomparsi di recente: Tino Fodrini, da sempre legato all’Ardor Calcio, ed Emidio Cavigioli, tra gli eroi della Pro Patria del dopoguerra.

Particolarmente numerose sono state le menzioni speciali: da Roberto Lombrici, plurititolatocampione di motocross, ad Andrea Fimiani, giovane stella del football americano; da Eros Pisano, calciatore di serie A dell’Hellas Verona, al Beata Giuliana Calcio, fresco di promozione in seconda Categoria; dalla judoka Francesca D’Orazio, oro ai regionali e bronzo agli italiani 2015, alla squadra femminile di fioretto della Pro Patria Scherma, appena promossa in serie A1.

La categoria successiva ha invece premiato campioni italiani, europei e mondiali in varie discipline. Una categoria, questa, “dominata” dal Centro Studi Karate, con ben sette riconoscimenti (Silvia Omenigrandi, Nadia Lomazzo, Walter Caldarola, Chiara Aiani, Ismaele Faiz, Giovanni Gullà ed un oro a squadre).

Oltre al CSK, spazio anche per la campionessa mondiale di karate Alessandra Lazzarin e per tre atleti dell’Accademia Bustese Pattinaggio (Upahar Pollicita, Luca Monolo, Edoardo Lucherini).

È stata poi la volta del giornalista Giorgio Giacomelli, che ha ricevuto il premio “Servizio allo sport” per la sua incessante attività di ricerca e documentazione storica sulla Pro Patria. Con lui, premiato anche lo storico portiere dei tigrotti Guido Visco Gilardi, tra i più forti che si ricordino.

Ha fatto seguito alle “vecchie glorie” il premio speciale per Luca Cirigliano, ex giocatore della Pro Patria ed ora impegnato come allenatore di una squadra di carcerati, in un progetto dagli indubbi meriti sportivi ed umani.

Gli ultimi due riconoscimenti sono andati a giovani speranze sportive.

Da una parte, la squadra di calcio a 3 nata dalla collaborazione tra il liceo scientifico “Arturo Tosi” e l’Ite “Enrico Tosi”, laureatasi lo scorso anno campione mondiale.

Dall’altra, il ginnasta Ludovico Edalli, al quale è andato il riconoscimento più prestigioso, il “Trofeo dello Sport”, già titolare di sei ori nazionali e degno di nota anche a livello internazionale.

Senza dubbio una carrellata, questa, rappresentativa di una realtà sportiva davvero florida e capace di esprimersi al meglio non solo a livello locale o nazionale, ma anche con talenti fuori dall’ordinario su scala internazionale.

Vai al link qui sotto per conoscere gli atleti CSKBA premiati alla Pasqua dell'Atleta

Fonte: www.informazioneonline.it